Design Italiano

La presentazione di una domanda di registrazione Disegni e Modelli in Italia consente di ottenere la tutela di uno o più designs nel territorio nazionale. La domanda di registrazione viene depositata presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (U.I.B.M).

La registrazione di un Disegno e Modello conferisce al titolare un diritto esclusivo in merito all’aspetto dell'intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale o dei materiali del prodotto stesso nonché del suo ornamento, a condizione che siano nuovi ed abbiano carattere individuale.

Per prodotto si intende qualsiasi oggetto industriale o artigianale, compresi tra l'altro i componenti che devono essere assemblati per formare un prodotto complesso, gli imballaggi, le presentazioni, i simboli grafici e caratteri tipografici, esclusi i programmi per elaboratore, mentre per prodotto complesso si intende un prodotto formato da più componenti che possono essere sostituiti, consentendo lo smontaggio e un nuovo montaggio del prodotto.

Dunque, la registrazione di Disegni e Modelli conferisce al titolare il diritto di agire nei confronti di un contraffattore all’interno del territorio nazionale.

Disegni e Modelli multipli

Con una sola domanda può essere chiesta la registrazione per più disegni e modelli, purché destinati ad essere attuati o incorporati in oggetti inseriti nella medesima classe della classificazione internazionale dei disegni e modelli, formata ai sensi delle disposizioni di cui all'Accordo di Locarno, nel caso invece i disegni e modelli non siano riconducibili ad un’unica classe si rende necessario effettuare il deposito di una domanda per ogni gruppo di designs appartenenti alla stessa classe merceologica.

Esame della domanda di registrazione

I requisiti per la registrabilità di un disegno e modello in Italia sono la novità ed il carattere individuale che tale disegno o modello deve possedere, ovvero un design registrato deve suscitare nell'utilizzatore informato un impressione generale differente rispetto a quella suscitata da qualsiasi altro disegno o modello registrato o reso pubblico.

La novità è intesa in senso assoluto, ovvero un disegno o modello è nuovo se, anteriormente alla data di presentazione della domanda di registrazione, o anteriormente all’eventuale data di priorità rivendicata, nessun disegno o modello identico è stato divulgato. I disegni o modelli si reputano identici anche quando le loro caratteristiche differiscono soltanto per dettagli irrilevanti.

Inoltre, la normativa prevede un “periodo di grazia” per quelle divulgazioni realizzate dallo stesso autore nei dodici mesi anteriori alla data di registrazione. L'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi effettua solamente un esame di sussistenza dei requisiti formali e di registrabilità. Non viene effettuato alcun esame sulla novità ed il carattere individuale del disegno e modello depositato.

Durata

La registrazione di un Disegno e Modello è valida per cinque anni a decorrere dalla data di deposito e può essere rinnovato fino ad un massimo di 25 anni ogni cinque anni.

Annotazioni e trascrizioni

Al fine di far valere contro terzi i diritti derivanti dalla registrazione di un Disegno o Modello in Italia, è necessario rendere pubbliche, attraverso la trascrizione o l’annotazione presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, tutte le variazioni inerenti la denominazione sociale e/o sede legale del titolare, nonché tutte le cessioni, fusioni, acquisizioni, le licenze d’uso e qualsiasi altro atto che modifichi la titolarità, anche temporalmente, dei diritti su un design.