Marchio Comunitario

Cosa è il Marchio Comunitario

Il marchio comunitario è una registrazione istituita con il Regolamento no. 40 / 94 del Consiglio CE, che consente di ottenere la tutela di un marchio su tutto il territorio della Comunità Europea. Esso ha carattere unitario e produce gli stessi effetti in tutta la Comunità.


Registrazione

Si deposita una sola Domanda di Registrazione presso l’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno (U.A.M.I.), con sede ad Alicante (Spagna), relativamente a tutti, tassativamente, i paesi della Comunità Europea.

 

Durata

La registrazione del marchio dura 10 anni a decorrere dalla data di deposito ed è rinnovabile per periodi di 10 anni.

Diritti

I diritti di marchio sono conferiti con la registrazione e sono opponibili ai terzi a decorrere dalla data di pubblicazione della registrazione.

Uso

L’uso effettivo del marchio è obbligatorio. Il marchio deve formare oggetto di uso effettivo e dimostrabile per tutti i prodotti o servizi per i quali è registrato entro cinque anni dalla registrazione e tale uso non deve essere sospeso per un periodo ininterrotto di cinque anni.

Il principale vantaggio di questo tipo di registrazione risiede nel fatto che l’obbligo di usare il marchio, pena la sua decadenza, è limitato ad uno solo dei paesi che aderiscono all’istituto del Marchio Comunitario.

Come prove d’uso del marchio si possono intendere l’applicazione del marchio sui prodotti, sulle loro confezioni ed imballi, sul materiale pubblicitario e in pubblicità di qualunque genere, su tutto quanto concerne lo svolgimento dei servizi e sugli stampati amministrativi (fatture, ecc.) e sulla corrispondenza commerciale, qualora vi sia menzione del marchio.
I marchi figurativi o di forma devono essere usati esattamente con la stessa immagine o con la stessa forma o colore con cui sono stati registrati.



Esame e Opposizione

L’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno svolge solo l’esame di registrabilità di un marchio e non svolge l’esame di novità.

Di conseguenza ottenere una registrazione di marchio non esclude che esistano diritti anteriormente acquisiti da terzi che possono essere verificati solo mediante una ricerca di anteriorità svolta autonomamente preventivamente al deposito.

La procedura di opposizione è prevista. Terzi interessati possono depositare una opposizione contro la domanda di registrazione di un marchio entro 3 mesi a decorrere dalla data di pubblicazione della domanda.

Annotazioni e Trascrizioni

Devono essere rese pubbliche, attraverso la trascrizione o l’annotazione presso l’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno, tutte le variazioni inerenti la denominazione sociale e/o sede legale del titolare, nonché tutte le cessioni, fusioni, acquisizioni e qualsiasi altro atto che modifichi la titolarità dei diritti su un marchio.

Anche le licenze d’uso del marchio devono essere rese pubbliche mediante la trascrizione presso l’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno.

Solo il titolare i cui dati sono correttamente inseriti presso l’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno può fare valere contro terzi i diritti derivanti dal marchio.

Uso dei simboli

Il simbolo ® indica che il marchio è registrato e che quindi su tale segno esistono dei diritti di uso esclusivo. Il simbolo ™ indica che il segno o la dicitura costituiscono un marchio ma non specificano se si tratta di marchio registrato o meno. Fino a che il marchio è in stato di domanda è consigliabile l'uso del simbolo ™, quando invece è registrato si può utilizzare il simbolo ®.