Marchio in Italia

Possono costituire oggetto di registrazione come marchio d'impresa tutti i nuovi segni suscettibili di essere rappresentati graficamente, in particolare le parole, compresi i nomi di persone, i disegni, le lettere, le cifre, i suoni, la forma del prodotto o della confezione di esso, le combinazioni o le tonalità cromatiche, purché siano atti a distinguere i prodotti o i servizi di un'impresa da quelli di altre imprese.

Requisiti per la registrazione

Affinché uno dei segni sopra indicati possa essere registrato come marchio è necessario che esso soddisfi i seguenti requisiti:
novità: si tratta della diversità che il marchio deve presentare rispetto ad altri segni distintivi, vale a dire l’assenza del rischio di confusione con un segno distintivo anteriore uguale o simile, per contraddistinguere prodotti o servizi uguali o affini;
capacità distintiva: è la capacità del segno di distinguere i prodotti o i servizi offerti sul mercato da un imprenditore da quelli di altri imprenditori;
liceità: è la conformità alla legge, all’ordine pubblico e al buon costume.

Tipologie di marchio

Possono essere registrati diversi tipi di marchi:
Marchi denominativi - I marchi denominativi sono quelli costituiti da una parola o dicitura, senza alcuna caratterizzazione grafica. Questo tipo di marchio può essere utilizzato con qualsiasi carattere grafico ed in qualsiasi colore offrendo un’ampia tutela alla parola o dicitura registrata.
Marchi figurativi - I marchi figurativi sono quelli costituiti da: parole o diciture caratterizzate da una certa grafia; parole o diciture caratterizzate da una certa grafia abbinate ad un logo; un logo o disegno. I marchi figurativi possono essere registrati a colori o senza rivendicare i colori come elemento distintivo del marchio. I marchi figurativi devono essere utilizzati esattamente nella grafica con cui sono stati registrati offrendo tutela mirata a tale grafia o a grafie ad essa similari.
Marchi di forma o tridimensionali - I marchi di forma o tridimensionali sono le forme dei prodotti e le loro confezioni. Va ricordato che la validità dei marchi di forma non può ammettersi indiscriminatamente, ma solo quando trattasi di forma non consueta, arbitraria o di fantasia.
Marchi di colore - I marchi di colore sono i marchi costituiti da una tonalità cromatica o combinazione di colori.

Registrazione

Per ottenere la registrazione di un marchio si deposita una domanda di registrazione presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

Durata

La registrazione di marchio dura 10 anni a decorrere dalla data di primo deposito ed è rinnovabile per periodi di 10 anni.

Diritti

I diritti di marchio sono conferiti con la registrazione, tuttavia gli effetti della prima registrazione decorrono dalla data di deposito della domanda. Nel caso di rinnovazione gli effetti della stessa decorrono dalla data di scadenza della registrazione precedente.
I diritti del titolare del marchio registrato consistono nella facoltà di fare uso esclusivo del marchio per i prodotti e/o servizi oggetto della registrazione e per quelli affini.



Uso

L’utilizzazione del marchio è obbligatoria e condiziona gli effetti e la conservazione del diritto di esclusiva conferito dalla registrazione.
Il marchio deve formare oggetto di uso effettivo e provabile per tutti i prodotti o servizi per i quali è registrato entro cinque anni dalla prima registrazione e tale uso non deve essere sospeso per un periodo ininterrotto di cinque anni.

In caso contrario i diritti non possono essere fatti valere nei confronti di terzi e vi è il rischio che, su iniziativa di un terzo interessato, il marchio venga fatto decadere per mancato uso. Se non sono già state intraprese azioni da parte di terzi o depositate domande di marchi confondibili, l’uso tardivo del marchio può sanare la registrazione.

Come prove d’uso del marchio si possono intendere l’applicazione del marchio sui prodotti, sulle loro confezioni ed imballi, sul materiale pubblicitario e in pubblicità di qualunque genere, su tutto quanto concerne lo svolgimento dei servizi e sugli stampati amministrativi (fatture, ecc.) e sulla corrispondenza commerciale, qualora vi sia menzione del marchio.

I marchi figurativi o di forma devono essere usati esattamente con la stessa immagine o con la stessa forma o colore con cui sono stati registrati.

Esame e Opposizione

L’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi svolge solo l’esame di registrabilità di un marchio e non svolge l’esame di novità. Di conseguenza ottenere una registrazione di marchio non esclude che esistano diritti anteriormente acquisiti da terzi che possono essere verificati solo mediante una ricerca di anteriorità.
Il titolare di un marchio anteriore è, tuttavia, legittimato a presentare opposizione ad un marchio che venga successivamente registrato e che venga ritenuto confondibile con il proprio diritto anteriore.

Annotazioni e Trascrizioni

Devono essere rese pubbliche, attraverso la trascrizione o l’annotazione presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, tutte le variazioni inerenti la denominazione sociale e/o sede legale del titolare, nonché tutte le cessioni, fusioni, acquisizioni e qualsiasi altro atto che modifichi la titolarità dei diritti su un marchio.
Anche le licenze d’uso del marchio devono essere rese pubbliche mediante la trascrizione presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

Uso dei simboli

Il simbolo ® indica che il marchio è registrato e che pertanto su tale segno esistono diritti d'uso esclusivo.
Il simbolo ™ indica che il segno o la dicitura costituiscono un marchio di impresa senza specificare se si tratta di marchio registrato o depositato.
Pertanto quando il marchio è allo stato di domanda è consigliabile l'uso del simbolo ™, quando è registrato si può utilizzare il simbolo ®.